I want to be a developer

Chi svolge l’attività di consulente informatico, magari con mansioni di senior developer o affini, potrebbe a volte trovarsi nella condizione di vedersi offerta una attività di più alto livello rispetto al “semplice” sviluppatore, es. team leader, analista funzionale e via dicendo. Normalmente questa nuova attività porta inevitabilmente ad un progressivo allontanamento da quelli che sono gli aspetti tecnici più spinti, per concentrarsi maggiormente sul coordinamento di persone e/o attività. Questa tendenza è più accentuata in coloro che hanno maturato anni di esperienza nell’applicare sul campo la tecnologia appresa sui libri, e che arrivano ad un bel momento in cui si stancano di rincorrerre le nuove tecnologie, e preferiscono consolidare e mettere a disposizione la propria esperienza a favore di gente più giovane è più fortemente motivata a crescere. Questa è la situazione più comune in cui ci si può imbattere. Al contrario, chi mi conosce sa come la penso, ovvero che non esiste altra attività che possa regalarmi soddisfazioni se non quella di scrivere codice. Una volta, ad un colloquio di lavoro, non molto tempo fa, l’esaminatore mi chiese: “Ma Lei vuole fare il programmatore tutta la vita ?”. La mia risposta fu ovviamente SI. Non c’è nulla che possa regalarmi più soddisfazioni professionali di star dietro alle nuove tecnologie e di metterle in pratica.

Quindi:

I WANT TO BE A DEVELOPER !!!

One thought on “I want to be a developer

  1. Personalmente, ho sempre pensato che il naturale sviluppo della mia &quot;carriera&quot; in questo disgraziato settore dovesse essere quello che da programmatore mi avesse portato ad essere analista funzionale o altro.<br />Purtroppo io ho avuto esperienze opposte , del tipo che quando sono andato a fare colloqui ,al prospettare le mie aspettative di cariera,mi hanno risposto &quot;no ,grazie qui non servono analisti&quot;.<br />Credo che , comunque, sono legittime entrambe le aspirazioni, solo che qui da noi la conoscenza tecnica &#232; vista come qualcosa di secondo piano , mentre i ruoli da analista, teamleader e altro , vengono assegnati non sulla base di competenze specifiche ,ma in base a logiche di politica aziendale,questo secondo il mio personalissimo parere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *