Java meglio di .NET ?

Il titolo di questo post è volutamente ironico, ed affronta un argomento all’ordine del giorno in ogni ambiente di lavoro e/o community in cui si ha a che fare con le tecnologia legate al mondo del software.
In questi ambienti capita spesso infatti di sentire o di partecipare a discussioni circa il fatto che quella o quell’altra tecnologia prevale a parità di contesto di utilizzo, es. Java è meglio di .NET,  Oracle è meglio di Sql Server, o viceversa.
Questi dibattiti, per quello che è la mia esperienza sul campo, sono spesso e volentieri condizionati dalla unilaterale conoscenza di una particolare tecnologia, e raramente colui che l’appoggia ha una consolidata esperienza su entrambe le piattaforme.
Ho assistito molto spesso a discorsi tipo:

questo pezzo di codice se fosse scritto in Java non avrebbe quel bug…“,

oppure

se questa query fosse in PL-SQL le prestazioni sarebbero sen’altro migliori“.

In questo interessantissimo post di Scott Guthrie in merito all’ultimo dibattito tecnologico in essere tra gli sviluppatori web (meglio ASP .NET Web Forms o ASP .NET MVC ?), è sintetizzato il mio pensiero sull’argomento:

“Great developers using bad tools/frameworks can make great apps. Bad developers using great tools/frameworks can make bad apps. Be very careful about making broad assumptions (good or bad) about the quality of the app you are building based on the tools/frameworks used”.

Sono le persone che partecipano allo sviluppo a rendere vincente o perdente un software, a prescindere dalla particolare tecnologia applicata, ed è un grave errore pensare che solo perchè si è scelto di utilizzare l’ultima moda tecnologica un progetto software debba per forza essere vincente.

</xplayn.org>

Questo blog cambia nome, veste grafica e motore di blogging. Causa perdurata inattività, ho deciso di chiudere il sito xplayn.org, da me aperto insieme all’amico Francesco Quaratino.

Il nuovo nome, coding4art.com è ovviamente un omaggio alla programmazione software vista come un’arte o più precisamente un’attività ingegneristica e non artigianale. Si parla tanto di metodologie applicate alla produzione software, Agile, waterfall o MSF che sia, ma spesso e volentieri questa viene vista come un’attività artigianale, espletata senza o quasi nessuna metodologia, da programmatori senza esperienza specifica nella particolare tecnologia scelta, senza nessuna cura per il codice sorgente, senza nessuna best practice o guidelines applicata o peggio ancora con varie best practice mischiate tra loro, senza nessuna pianificazione riguardante argomenti come sicurezza, performance, scalabilità, manutenibilità ma con un unico obiettivo in testa, ovvero creare nel più breve tempo possibile una applicazione in cui i requisiti utente siano soddisfatti, ovvero che funzioni, e basta, con le conseguenze che questo approccio comporta.

I miei articoli presenti su xplayn.org li ho inseriti nella apposita sezione articoli su questo blog, dove conto di scriverne altri, tempo permettendo ovviamente.

Come nuovo motore di blogging ho scelto SubText, ben fatto e molto veloce, parecchio più veloce di Community Server, a mio avviso, con una fantastica funzionalità già inclusa, ovvero la possibilità di importare un intero blog (commenti compresi) precedentemente esportato, il tutto mediante lo standard BlogML.

L’RSS feed è comunque invariato, poichè utilizzo il feed esterno fornito da FeedBurner e quindi il blog è accessibile negli RSS Aggregator senza nessuna modifica.

Questo post vuol essere anche una promessa a me stesso di curare di più il mio blog, strumento in cui credo moltissimo, e di arricchirlo anche con più articoli tecnici.

Link utili della settimana #3

Doloto, time optimizers for Ajax applications

AutoMapper, framework per mappare automaticamente e quindi creare un oggetto semplice, es. un DTO, mediante un oggetto complesso come una entità di dominio

WPF tutorial;

Microsoft Ajax Library (Preview 6) e Microsoft Ajax Minifier ( Microsoft Ajax Javascript Library -> nuova e migliorata sintassi imperativa, miglior integrazione con JQuery, nuovo client script loader, Minifier Tool, per ridurre le dimensioni dei file javascript scaricati sul client mediante minification)

Link utili della settimana #2

 

  1. Descrizione di Unity, il framework di Inversion of Control e Dipendency Injection sviluppato dal team di P&P (qui è presente la versione 1.2 per Silverlight)
  2. 45 passi per diventare agili
  3. xVal, libreria per la validazione client side di applicazioni ASP .NET MVC
  4. Anti XSS Library ver. 3.1
  5. CodePad .NET 1.0 Beta 2, un editor leggero per provare spezzoni di codice
  6. Strongly typed session variables in ASP .NET MVC
  7. Visual Studio 2010 e .NET Framework 4.0 Training Kit – May preview

Visualcv, un ottimo sito per cv online

Mi appunto questo ottimo sito per uso futuro: VisualCv.

Consente di inserire il proprio cv online ed arricchirlo di contenuti multimediali: immagini, audio, video, grafici. Inoltre consente di pubblicarlo nel rispetto della politica di privacy scelta, di inviarlo via mail, di convertirlo automaticamente in formato PDF, di ottenere una URL unica da inviare a chi può essere interessato alla sua visualizzazione. Sul sito sono presenti diversi esempi di cv, fatti davvero bene e con un alto indice di usabilità. Se si aggiunge che il tutto è pure gratuito…

Xobni – il tool di cui si sentiva la mancanza

Per chi utilizza Outlook in modo intensivo questo è davvero un must-have tool. Sto parlando di Xobni, un add-in per Outlook 2003/2007 che permette di gestire i messaggi di posta in modo molto efficiente. Tra le sue caratteristiche segnalo:

  1. Efficientissimo motore di ricerca di messaggi e/o persone con nutrito numero di opzioni;
  2. Gestione dei messaggi in thread;
  3. Estrazione automatica del numero di telefono del mittente dal messaggio di posta (spettacolare);
  4. Ricerca istantanea degli allegati legati ad un particolare mittente;
  5. Creazione di mail di invito ad un evento con estrazione automatica dei periodi di disponibilità dal proprio calendario;
  6. Statistiche estremamente dettagliate sulle mail scambiate con ogni mittente;
  7. Navigazione della mailbox in base al profilo della persona;

La feature che personalmente trovo estremamente comoda è la ricerca degli allegati legati ad una particolare persona. Quante volte si perde tempo a cercare un allegato di cui ci ricordiamo che la tal persona ce lo ha inviato senza ricordarci però in quale preciso messaggio ?

L’add-in è gratuito (particolare di una certa importanza), è attualmente scaricabile in versione beta con aggiornamento automatico alle versioni successive, è scritto da una azienda californiana, Xobni appunto, il cui significato è, curiosità, “Inbox” letto al contrario, richiede la presenza del .Net Framework 2.0 o successivo.

Davvero un ottimo tool.

Opportunità di lavoro

Interessante opportunità di lavoro su Milano:

importante azienda cerca programmatore/programmatrice senior C# con buona conoscenza .NET Framework, ASP .NET e Oracle.

Offresi contratto di assunzione e/o di consulenza.

Titolo preferenziale: conoscenza del .Framework 3.5 e di C# 3.0.

Le persone eventualmente interessate possono contattarmi attraverso la form contact di questo blog.

Nuovo feed

Come già comunicato qui ho deciso di spostare il feed del mio blog su FeedBurner, un ottimo servizio esterno che consente tra l’altro di ottenere gratuitamente servizi aggiuntivi, e soprattutto di svincolare il proprio blog dal proprio feed rss “interno”, permettendo quindi di centralizzarlo con indubbi benefici, es. la possibilità di pubblicare i propri contenuti anche su altri blogs.

Chi volesse sottoscrivere il mio blog dovrà dunque utilizzare il nuovo feed disponibile all’url: http://feeds.feedburner.com/mauriziotammacco

FeedBurner e CommunityServer

Finalmente ho trovato il tempo per aggiornare la versione di Community Server con cui gira questo blog; ho infatti effettuato un aggiornamento “doppio” passando dalla versione 1.1 alla versione 2007.1. L’aggiornamento era d’obbligo per via delle nuove feature della versione 2007. Ma non è stato semplice, anche per via della connessione Internet a mia disposizione (una lentissima UMTS).

A proposito, questo è l’ultimo post scaricabile attraverso il consueto rss feed; ho deciso infatti di usufruire del servizio messo a disposizione da FeedBurner, un servizio esterno che eroga feed rss,  fornendo nel contempo altri utili servizi.  Nel prossimo post comunicherò il nuov url da cui è possibile sottoscrivere questo blog. 

How addicted to blogging are you ?

Ultimamente non sto bloggando molto, causa impicci di varia natura, e conto di recuperare velocemente il terreno perduto !. Ma la lettura dei blogs rappresenta un momento della giornata per me irrinunciabile, quasi paragonato a leggere la posta elettronica. Insomma, curare il proprio blog o leggere quello altrui è quasi “uno stile di vita”. A tal proposito trovo molto simpatica questa iniziativa che attraverso un breve test on line tira fuori un risultato su quanto si è “addicted to blogging”.

Taggato !!

Speravo di farla franca ma l’amico Mighell ha pensato bene di taggarmi ! Quindi adesso tocca a me: ecco le 5 cose che pochissime persone (forse nessuna…) conosce di me:

1) Ho tante passioni che non riesco a vivere come vorrei causa mancanza di tempo (chiamateli hobby….) e sono, in ordine sparso: astronomia, astrofisica, fisica quantistica, scacchi (il mio sogno è stato sempre battermi con l”International Woman Grandmaster Alexandra Kosteniuk, senza però che pensate a male ), tecnologia in generale. Insomma, roba pesante, e qui mi fermo perchè altrimenti divento prolisso! E’ chiaro che sono sempre stato attratto dalle cose complesse….il primo linguaggio di programmazione che ho affrontato sul serio è stato il C.

2) All’età di 5-6 anni ho rischiato seriamente di morire bevendomi, a causa della mia curiosità già supersviluppata, nientepopodimeno che …..la varechina ! Mi ha salvato una immediata lavanda gastrica (fortunatamente l’ospedale era giusto di fronte a casa mia…)

3) Il mio più grande cruccio è quello di non aver affrontato sul serio la scuola (anche se sono riuscito comunque a diplomarmi), e soprattutto di non aver intrapreso gli studi universitari (non è mai troppo tardi direbbe qualcuno, ma…)

4) Adoro la musica rock-blues e la chitarra elettrica; la folgorazione è avvenuta all’età di 15-16 anni ascoltando i mitici Led Zeppelin, e la musica dei Doors

5) Ho 4 nipotini a cui voglio un mondo di bene; uno in particolare, si chiama Alessandro, mi somiglia tantissimo, in tutti i sensi, è come se vedessi me stesso allo specchio quando avevo 8-9 anni.

E adesso, tagghiamo, tagghiamo, anche se sono arrivato tardi e la lista si è alquanto ristretta: Francesco Quaratino, Gianluca Cannalire, Marco Russo, Vito Carella, Antonello Tesoro

Articolo sui servizi "provider based"

E’ disponibile il mio primo articolo per il nuovo user group del sud Italia dotnetSide, dedicato alle tecnologie Microsoft con particolare attenzione al .NET Framework. L’articolo è una panoramica sul Provider Model di ASP .NET 2.0, e focalizza l’attenzione soprattutto su come creare un proprio servizio applicativo ed agganciarvi i providers di implementazione degli algoritmi. Qualsiasi feedback sull’argomento è gradito.

Previsioni / speranze / promesse per l’anno 2006

Visto che ogni inizio anno è tempo di promesse e buoni propositi, non sarò certo io a tirarmi indietro.

In ordine sparso ecco la mia lista di previsioni/speranze/promesse per l’anno appena iniziato:

  • Concludere in tempi ragionevolmente brevi il nuovo percorso di certificazione Microsoft MCPD
  • Partecipare allo sviluppo di un software open-source (di quelli non banali)
  • Imparare un nuovo linguaggio di programmazione  (mi piacerebbe il C++, ma la vedo molto dura)
  • Guadagnare di più
  • [ ……personale …..]
  • [ ……personale……]
  • Aver finalmente dato una dimora fissa al mio blog
  • Curare di più il mio nuovo sito xplayn.org e questo blog
  • Conoscere altri amici informatici grazie alle community e/o blogs
  • Che il mio amico di avventura Francesco possa accrescere le proprie soddisfazioni professionali (ed i propri guadagni), perchè se lo merita

Mi auguro che tutto questo si avveri, e auguro a tutti i lettori occasionali e non di questo blog di esaudire i proprio desideri per questo anno appena iniziato.